Di solito si va da uno psicoanalista quando non ci si sente bene con se stessi. La vita è difficile e si decide di scoprire di più sulla propria situazione e di esplorare come trovare se stessi in modo diverso, più a proprio agio, più in sintonia con se stessi.

Si può venire per interesse personale, con il desiderio di parlare liberamente di quello che ci sta succedendo e di vedere le cose più chiaramente. O per necessità, quando si ha l'impressione di sentirsi tormentati da qualcosa che fa soffrire: si ha l'impressione di ripetersi in relazioni senza futuro, qualcuno non hà fiducia in se stesso, prova vergogna trà la gente, soffre per crisi di coppia, o per abuso in famiglia, uno subisce il mobbing professionale, un burn out, sorviene una separazione, qualcuno ha delle difficoltà sessuali.

La lista delle prove morali che disturbano la nostra vita interiore o provocano una tempesta emozionale, è lunga : esperienze traumatiche, dipendenze, ansie e fobie, senso di colpa, stress, depressione, inibizioni, sfoghi di aggressività, scelte impossibili, lutto, incubi. Inoltre, tutte queste prove hanno ripercussioni fisiche, il corpo ce lo raconta. E hanno un grande impatto sul piano personale e relazionale : quando ci cerchiamo noi stessi, in coppia, con figli e genitori, professionalmente, tra amici ...

Tutto questo è doloroso, assolutamente, ma non c'è nulla in esso che meriti di essere stigmatizzato, è semplicemente la vita, con tutta il suo straordinario spessore. E possiamo condividerlo in modo da trovare la nostra strada.
 .